STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE RADICALE RADICALI BOLOGNA

Art. 1 – Costituzione e scopo dell’Associazione

1.1 Si costituisce l’Associazione Radicale “RADICALI BOLOGNA”.
1.2 Scopo dell’Associazione è:

a) sostenere le iniziative del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito e dei soggetti costituenti il PRNTT;
b) progettare, proporre e intraprendere iniziative, sia come supporto e sviluppo di quelle delle organizzazioni di cui al comma precedente, sia assunte in proprio o con altre forze politiche,

c) promuovere l’attività radicale e le iscrizioni al Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito e ai suoi soggetti costituenti.

Art. 2 – Gli Iscritti

2.1 Chiunque può partecipare all’Associazione e divenirne Iscritto o Aderente. L’adesione o l’iscrizione all’Associazione hanno validità annuale.

2.2 È iscritto/a all’Associazione chi ne accetta lo Statuto, paga la quota di iscrizione ed è iscritto/a al PRNTT.

Art. 3 – Gli aderenti

3.1 Sono aderenti all’Associazione tutti coloro che versano la quota associativa e accettano il presente Statuto. Gli aderenti non possono accedere agli incarichi di Tesoriere e di Segretario.

Art. 4 – Gli Organi

4.1 Sono organi dell’Associazione: il Congresso, il Segretario e il Tesoriere.

4.2 Il Segretario nomina una Giunta di Segreteria per farsi coadiuvare nell’adempimento del mandato.

4.3 Il mandato degli organi eletti si conclude alla data del successivo Congresso ordinario degli iscritti.

Art. 5 – Il Congresso

5.1 Il Congresso degli iscritti è il massimo organo deliberativo dell’Associazione, di cui si stabilisce gli obiettivi dell’azione politica annuale. E’ costituita da tutti gli iscritti all’Associazione in regola con le quote associative.

5.2 Il Congresso si riunisce in sessione ordinaria una volta l’anno, in autunno; è convocata dal Segretario in accordo con il Tesoriere mediante l’invio dell’ordine del giorno agli iscritti e agli aderenti almeno 10 giorni prima dell’adunanza. Tale ordine del giorno non può essere modificato.

5.3 Il Congresso si riunisce in sessione straordinaria su iniziativa del Segretario in accordo con il Tesoriere, ovvero su richiesta motivata di almeno un quarto degli iscritti in regola con le quote di adesione, mediante l’invio dell’ordine del giorno agli iscritti almeno 7 giorni prima dell’adunanza. Tale ordine del giorno non può essere modificato.
5.4 Il Congresso straordinario degli iscritti può far decadere il Segretario o il Tesoriere con mozione di sfiducia motivata recante l’indicazione del nome del candidato a sostituirlo. La mozione di sfiducia può essere proposta da almeno un quarto degli iscritti in regola con le quote associative. La mozione, se approvata, comporta l’immediata sostituzione del Segretario o del Tesoriere con il candidato indicato nella mozione stessa.

5.5 Il Congresso si riunisce in sessione straordinaria, con le modalità previste al comma 3, in caso di dimissioni del Segretario o del Tesoriere.

5.6 Tutti i partecipanti al Congresso hanno diritto di parola e di iniziativa sui temi oggetto di discussione.

5.7 Non è ammesso il voto per delega.

5.8 Le deliberazioni del Congresso sono valide se adottate a maggioranza dei voti validamente espressi.

5.9 Il Congresso elegge il Segretario e il Tesoriere dell’Associazione. Approva il bilancio annuale dell’Associazione.

Art. 6 – Il Segretario

6.1 Il Segretario è eletto dal Congresso. Ha la rappresentanza politica dell’Associazione.

6.2 Il Segretario dà esecuzione alle decisioni del Congresso, coordinando l’attività degli iscritti; presenta al Congresso la relazione sull’attività svolta.

Art. 7 – La Giunta di Segreteria

7.1 E’ formata – oltre che dal Segretario e dal Tesoriere – dai membri di Giunta nominati dal Segretario tra gli iscritti.

7.2 La Giunta di Segreteria coadiuva il Segretario nell’adempimento del mandato.

7.3 La Giunta di Segreteria determina annualmente le quote associative degli iscritti.

Art. 8 – Il Tesoriere

8.1 Il Tesoriere è eletto dal Congresso. E’ il responsabile del bilancio e propone le iniziative di politica finanziaria.

8.2 Il fondo comune dell’Associazione, costituito dalle quote associative, dai proventi di iniziative di autofinanziamento e da ogni altro contributo, è amministrato dal Tesoriere.

8.3 Il Tesoriere è responsabile della raccolta e della custodia dei fondi, nonché dell’esecuzione delle spese; predispone e redige il bilancio dell’Associazione secondo scritture contabili redatte con criteri di analiticità, nonché la relazione di bilancio, e li presenta al Congresso per l’approvazione.

Art. 9 – Modalità di elezione del Segretario e del Tesoriere

9.1 Per l’elezione del Presidente, del Segretario e del Tesoriere, ogni congressista dispone di un voto; è eletto il candidato che abbia ottenuto la maggioranza relativa dei voti validamente espressi. In caso di parità, dovrà essere effettuata una seconda votazione. In caso di nuova parità, si procede a sorteggio. Il voto avviene a scrutinio segreto.

9.2 Godono di elettorato passivo alla carica di segretario e tesoriere gli iscritti al PRNTT per l’anno in corso di validità.

Art. 10 – Procedura di modifica dello Statuto

10.1 Il presente Statuto può essere modificato soltanto dal Congresso con votazioni a maggioranza dei presenti.

10.2 La possibilità di discussione delle modifiche statutarie viene inserita nell’ordine del giorno del Congresso ordinario.

10.3 Il Congresso straordinario di modifica statutaria può essere convocata secondo le procedure di cui all’art. 5, comma 3, del presente Statuto.